REDIPUGLIA – I percorsi della Grande Guerra

l territorio della provincia di Gorizia potrebbe essere eletto a Museo storico a cielo aperto per le numerose testimonianze degli eventi della Grande Guerra, disseminati sia in Italia sia oltre confine.

Noto per la sua maestosa imponenza è il sacrario militare di Redipuglia. Qui trovano riposo più di 100.000 salme rinvenute sul territorio, di cui 40.000 riconosciute e le restanti rimaste ignote. Si tratta per lo più di caduti della III. Armata, fra cui giace anche il comandante Emanuele Filiberto Duca d’Aosta.

L’immenso monumento vanta il primato di sacrario più grande d’Italia.

Del complesso fa parte anche il Museo della Guerra, che è possibile visitare con ingresso gratuito.

Alle spalle del sacrario si può proseguire la visita sul Monte Sei Busi (condizioni climatiche permettendo e con scarpe adatte).

Qui sono ancora evidenti e visitabili i resti delle trincee italiane e austriache nelle quali i soldati combatterono le prime Battaglie dell’lsonzo. L’esigua distanza fra i due schieramenti fa capire quanto anomala fosse questa guerra. In alcune zone infatti, la distanza era così ridotta che i soldati avrebbero potuto colpirsi anche lanciandosi delle pietre. Le targhe che ancor oggi sono visibili nel “trincerone italiano” ci indicano quali e quando i vari reparti hanno combattuto nelle varie linee.

 La visita comprende:

visita guidata del Museo della grande Guerra e sacrario di Redipuglia. Tempo permettendo si può visitare anche il Monte Sei Busi.

Durata: 3 ore

Tariffe per la visita guidata

Contatti per prenotazioni e informazioni


SALI IN CARROZZA PER SCOPRIRE IL CARSO

Una giornata sul carso triestino, dove poter visitare la meravigliosa Grotta Gigante, nei Guiness dei primati come la grotta turistica più ampia al mondo. Unica per la bellezza degli stalattiti e stalagmiti.

A seguire un incontro con un’artista della pietra carsica e del suo laboratorio, dove manualmente incide la pietra carsica per creare opere d’arte.

Giro in carrozza sul Carso e “rebecchin” (ovvero merenda) nella tipica osmiza carsica. Osmica-osmiza risale al periodo austro-ungarico quando ai contadini venne data la possibilità di vendita diretta di vino ed altri prodotti agricoli per otto giorni.

Da qui il nome osmica: osem=otto in sloveno. La cena consisterà in ottimo vino della casaaccompagnato da ottimi affettati locali. Nei giorni di 18, 19 e 20 maggio a coronare la serata ci sarà anche dell’ottima musica dal vivo.

Possibilità di prenotare tour del Carso in carrozza

Tariffe per la visita guidata

Contatti per prenotazioni e informazioni


TRIESTE, MARE E CARSO

Una giornata per

scoprire Trieste e il suo lato multiculturale. Assaporando gusti, sapori e profumi di una terra di confine, dove da secoli si intrecciano la comunità italiana e la comunità slovena.

Il mattino sarà dedicato alla scoperta della città. Una passeggiata nel cuore di Trieste, dalle sue origine romane, agli splendidi mosaici bizantini passando per le mura medievali. La storia ci condurrà sul mare, dove si sviluppò Trieste che con il suo porto era la città più importante nell’impero Austro-Ungarico. Seguendo le orme di Sissi, imperatrice d’Austria, inseguendo i personaggi di Italo Svevo, fra le poesie di Umberto Saba e le vicissitudini di James Joyce, Trieste vi sorprenderà.

Pranzo libero.

Nel pomeriggio visita guidata alla Grotta Gigante, entrata nei Guiness dei primati come la grotta turistica più ampia al mondo. Unica per la bellezza degli stalattiti e stalagmiti.

Usciti dalla grotta incontro con un’artista della pietra e del suo laboratorio, dove manualmente incide la pietra carsica per creare opere d’arte.

In serata cena nella particolare osmiza carsica. Osmica-osmiza risale al periodo austro-ungarico quando ai contadini venne data la possibilità di vendita diretta di vino ed altri prodotti agricoli per otto giorni. Da qui il nome: otto in sloveno. La cena consisterà in ottimo vino locale accompagnato da ottimi affettati locali. Nei giorni di 18, 19 e 20 maggio a coronare la serata ci sarà anche dell’ottima musica dal vivo.

Possibilità di prenotare tour del Carso in carrozza

Tariffe per la visita guidata

Contatti per prenotazioni e informazioni


TREKKING URBANO – una passeggiata per la città

Scoprite gli angoli nascosti della città, con il tour “Urban walking a Trieste”.

E’ un nuovo modo di fare turismo, un turismo sostenibile, più libero e ricco di sorprese che privilegia gli angoli più nascosti e meno noti della città. Oltre ad essere un’attività che fa bene al fisico e alla mente, il trekking urbano fa bene alle città perché permette di decongestionare le zone attraversate dai flussi turistici tradizionali, allargare il raggio delle visite alle aree più periferiche dei centri urbani e prolungare i soggiorni.

 Il tour della città ha una durata di circa due ore e mezza a piedi. L’itinerario può essere cambiato a seconda delle vostre necessità di tempo e orari.

A piedi si visiterà la città e i suoi angoli più nascosti ascoltando le spiegazioni storico artistiche di una guida professionale e specializzata. Il tour toccherà tutti i punti principali della città dal Colle di San Giusto, Borgo Teresiano, Canal Grande, Anfiteatro romano, Piazza della Borsa, Piazza Verdi, Piazza Unità d’Italia. Il trekking prevede anche il lato multietnico della città con la visita della chiesa Serbo-ortodossa e greco-ortodossa; o per chi preferisce i percorsi letterari si possono seguire le orme di Italo Svevo,James Joyce e Umberto Saba.

 Un percorso affascinante che vi farà scoprire in prima persona l’anima di Trieste.

 TREKKING CON GUIDA TURISTICA:

Tariffe per la visita guidata

Contatti per prenotazioni e informazioni


RISIERA DI SAN SABBA – Il campo di concentramento a Trieste

Risiera di San Sabba, dichiarata monumento nazionale nel 1965 e tristemente noto per essere l’unico campo di sterminio nazifascista su suolo italiano.

Una volta stabilimento per la pilatura del riso, fu occupato dalle SS che qui deportavano dissidenti politici, partigiani, slavi e sopratutto ebrei, per poi destinarli ad altri campi, come quelli di Auschwitz e Dachau, dove avrebbero trovato la morte.

Dal giugno del 1944 all’aprile del 1945 fu attivo in questa sede un forno crematorio, distrutto dai tedeschi all’arrivo degli alleati.

Durante la visita si possono vedere il Museo storico, la stanza delle microcelle, camera della morte e il luogo dove era posizionato il forno crematorio.

L’ingresso alla Risiera di San Sabba è libero.

Vi è la possibilità di guardare un video storico con racconti dei soppravissuti.

La visita con una guida turistica professionale è raccomandato per la descrizione del quadro storico e circostanze che portarono alla creazione di un campo di sterminio a Trieste.

Tariffe per la visita guidata

Contatti per prenotazioni e informazioni


TRIESTE – una città da scoprire

Il tour si svolge con la visita della città con le zone e palazzi più importanti, con la storia, tradizioni e contemporaneità della città. Eventuale visita alla Risiera di San Sabba, se richiesto.

É dalla sua storia che bisogna attingere per comprendere lo spirito triestino e per bellezze artistiche. Città dalle origini romane, passando per il lungo periodo della dominazione asburgica, ai conflitti mondiali fino alla dichiarazione di città italiana. Un susseguirsi di popoli, mentalità e culture che si riflettono ampiamente nella Trieste di oggi.

Dal Colle San Giusto, dove ebbe inizio la città di Tergeste romana, non può mancare la visita allaCattedrale di San Giusto, simbolo stesso della città. Con una ripida discesa raggiungeremo la città nuova con la visita della bellissima Piazza Unità d’Italia, la Piazza della Borsa, il Borgo Teresiano, la chiesa Serbo-ortodossa (esterni), chiesa Greco-ortodossa (esterni). Eventuale visita e sosta in un caffè storico e degustazione di un caffè.

Su richiesta si può abbinare la visita alla Risiera di San Sabba ( unico campo di sterminio su suolo italiano, testimonianza dell’occupazione tedesca di Trieste 1943-1945).

Tariffe per la visita guidata

Contatti per prenotazioni e informazioni


TRIESTE- TOUR COMPLETO

Il tour si svolge con la visita della città con le zome e palazzi più importanti, con la storia, tradizioni e contemporaneità della città. Eventuale visita alla Risiera di San Sabba, se richiesto.

 Nel pomeriggio visita al bellissimo Castello di Miramare e passeggiata nel rigoglioso giardino di Miramare.

 Trieste, città dalle molteplici identità.

É dalla sua storia che bisogna attingere per comprendere lo spirito triestino e per apprezzare le bellezze artistiche. Città dalle origini romane, passando per il lungo periodo della dominazione asburgica, ai conflitti mondiali fino alla dichiarazione di città italiana. Un susseguirsi di popoli, mentalità e culture che si riflettono ampiamente nella Trieste di oggi.

Dal colle San Giusto, dove ebbe inizio la città di Tergeste romana, non può mancare la visita alla Cattedrale di San Giusto, simbolo stesso della città. Con una ripida discesa raggiungeremo la città nuova con la visita della bellissima Piazza Unità d’Italia, la Piazza della Borsa, il Borgo Teresiano, la chiesa Serbo-ortodossa (esterni), chiesa Greco-ortodossa (esterni). Eventuale visita e sosta in un caffè storico e degustazione di un caffè.

Su richiesta si può abbinare la visita alla Risiera di San Sabba ( unico campo di sterminio su suolo italiano, testimonianza dell’occupazione tedesca di Trieste 1943-1945).

Nel pomeriggio visita al Castello di Miramare, il fiabesco castello di Massimiliano d’Asburgo costrutito in pietra bianca d’Istria sul promontorio di Grignano.

Giornata intera, pausa pranzo compresa a carico del cliente.

Tariffe per la visita guidata

Contatti per prenotazioni e informazioni


CASTELLO DI MIRAMARE

Era il 1856 quando Massimiliano d’Asburgo, fratello dell’imperatore Francesco Giuseppe, decise di trasferirsi con la sua amata consorte Carlotta del Belgio, in questa baia di Trieste in un atmosfera fiabesca e surreale.

 Qui, sul promontorio di Grignano fece costruire il suo castello, Miramar, un palazzo in pietra bianca d’Istria e tutt’intorno si distende uno splendido parco ricco di piante rare.

L’interno è un susseguirsi di fastose sale, adibite a residenza per la famiglia imperiale e ricevimento degli ospiti.

INGRESSO

Gratuito per le scuole, per i cittadini dell’Unione Europea di età inferiore a 18 anni e superiore a 65 anni.

Intero: €6,00

Ridotto : € 4,00

  • i cittadini dell’Unione Europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni (presentare documento d’identità)
  • i docenti delle scuole dell’Unione Europea quando non accompagnano gruppi di studenti (presentare idonea documentazione)

– Gratuito: € 0,00

  • i cittadini dell’Unione Europea di età inferiore a 18 anni e superiore a 65 anni (presentare documento d’identità). I visitatori minori di anni 12 devono essere accompagnati
  • studenti di scuole pubbliche e private U.E., accompagnati dai loro insegnanti, previa presentazione di elenco vidimato dal preside

Tariffe per la visita guidata

Contatti per prenotazioni e informazioni


CASTELLO DI DUINO E LA LEGGENDA DELLA DAMA BIANCA

Il Castello di Duino, un’incantevole insenatura immersa nel verde con un grazioso porticciolo, sulla cui vetta spicca glorioso il castello, residenza dei principi della Torre e Tasso. Proprietari dal 1660, il castello vide soggiornare tra le sue mura celebri personaggi, tra cui il poeta Rainer Maria Rilke, a cui è dedicato il sentiero che porta a Sistiana, musicisti al pari di Johann Strauss e Franz Liszt, letterati quali Gabriele D’Annunzio, e nel castello vecchio, secondo una leggenda perfino Dante Alighieri.

Il castello nuovo è gran parte visitabile, ed è possibile ammirare i sontuosi saloni con arredi raffinati, il meraviglioso giardino, il bunker sotterraneo costruito dai tedeschi per nascondere i sottomarini e usato poi dagli americani per tenere le munizioni.

Possibilità di visitare anche il Castello Vecchio a cui è legata la leggenda della Dama Bianca. Si narra infatti che la grossa pietra bianca posta sotto le mura fosse un tempo una bella castellana,che uccisa dal marito in un impeto d’ira fu trasformata da Dio impietosito in una roccia bianca. Si narra che nelle notti di luna piena la dama giri per il castello in cerca di suo figlio….

Alla visita del Castello di Duino si può abbinare una spettacolare passeggiata lungo il sentiero Rilke, per ammirare splendidi panorami e ricchi fenomeni carsici. Oppure visitare le misteriosi Bocche del Timavo.

Supplementi: Ingresso al castello

Tariffe per la visita guidata

Contatti per prenotazioni e informazioni


Visite guidate a Trieste

Volete visitare Trieste?

Avete già visto Trieste,ma volete scoprire la storia, cultura e tutte le particolarità che la rendono così unica?

Siete arrivati sul sito giusto. Siamo un gruppo di guide turistiche autorizzate e specializzate nelle visite guidate di tutta Trieste e dei dintorni.

Fatevi sorprendere da Trieste. Una meta ideale per le scuole e i gruppi o per un week-end romantico in una città abbracciata dal mare o per gli amanti del buon gusto; i prodotti locali come olio, vino, formaggi e miele sono fra i migliori d’Italia. Abbiamo creato alcuni itinerari sia classici sia tematici, ma anche modificabili per creare itineari e visite guidate seguendo le vostre esigenze e tempistiche.

Dalla visita del leggendario Castello di Miramare  allo spettacolare Castello di Duino, oppure scoprire la Trieste asburgica dell’800, la multiculturalità della città, o la sua storia travagliata del 20. secolo.

Trieste vi affascinerà con la sua maestosità e leggerezza, abbracciata dal mare e con il suo impetuoso vento la Bora, che vi impressionerà.

Prenotare una visita guidata

Se volete maggiori informazioni per prenotare una visita guidata potete liberamente scriverci alla mail: info@triestevisiteguidate.it

Saremo lieti di potervi offrire il nostro migliore servizio ed accompagnarvi alla scoperta di questa magica città.

Come raggiungere Trieste

In aereo
L’Aeroporto Ronchi dei Legionari (via Aquileia, 46, tel:0481-773224, www.aeroporto.fvg.it) dista 33 km da Trieste. Vi atterrano e decollano i voli da Milano, Roma, Catania,Trapani, Napoli, Genova, Monaco, Tirana, Londra, Bruxelles. L’autobus navetta (Apt, tel: 800-955957, www.apt.gorizia.it; Eur 2,85) dall’Aeroporto a Trieste (linea 51) parte ogni mezz’ora nei feriali, e ogni ora nei festivi

In treno
La stazione dei treni arriva in centro città. da qui sarà poi facile muoversi in qualsiasi punto della città e raggiungere a piedi il centro. Sono ultimamenti cambiate alcune corse per Trieste. Informazioni aggiornate per le corse per Trieste le potete trovare sul sito di Trenitalia (www.trenitalia.it, tel. 892021) Lo snodo maggiore per arrivare a Trieste è spesso rappresentato da Venezia-Mestre dove spesso si cambia treno.

In auto

Per raggiungere la regione in macchina, la direttrice autostradalae, per chi provviene dal Nord, è la A4, Torino – Trieste, che si interseca con la A13 Bologna – Padova, collegata con la A14 Taranto – Bologna per chi arriva da Sud. Nei mesi estivi il tratto più problematico è rappresentato dall’ultimo casello autostradale al Lisert di Monfalcone, dove vacanzieri da tuta Nord Europa partono per raggiungere il mare in Slovenia e Croazia.